Home/Industrial/Sistemi di accumulo al Litio Ferro Fosfato

Sistemi di accumulo al Litio Ferro Fosfato

Il litio ferro fosfato (LiFePO4) è uno dei più interessanti e promettenti materiali catodici per i sistemi di accumulo energia al litio.
Attraverso una stretta e consolidata collaborazione con Lithops, azienda che sviluppa ed implementa processi altamente innovativi e tecnologici per la sintesi chimica della materia attiva e per la realizzazione di celle e sistemi di accumulo al Litio Ferro Fosfato, Soimar dispone oggi di un know how molto importante e qualificato in tutte le fasi di realizzazione di tali sistemi di accumulo.

Sintesi chimica della materia attiva
Il litio ferro fosfato (LiFePO4) presenta numerosi vantaggi rispetto ad altri materiali: elevata capacità specifica, tensione di scarica elevata e costante durante la quasi totalità sia della carica che della scarica, elevata ciclabilità (scarsa degradazione del materiale), possibilità di impiego in applicazioni anche ad elevate temperature, basso impatto ambientale, basso costo.
In questo ambito l’attività di ricerca e sviluppo è costantemente impegnata nell’implementazione di nuove procedure di sintesi chimica della materia attiva, più efficaci ed economiche e nell’ottimizzazione di tempi, costi e risultati di quelle esistenti.

Formazione Anodi e Catodi
L’elettrodo di una batteria al litio è un nastro composito poroso, depositato su un supporto conduttore di corrente costituito dal materiale attivo, un conduttore elettronico e un legante polimerico.
La composizione degli elettrodi e, in particolar modo, dei nastri catodici necessita di essere studiata ed implementata in funzione della natura e del contenuto dei vari componenti e del tipo di processo di realizzazione al fine di ottenere caratteristiche meccaniche/termiche, porosità e conducibilità elettronica (e ionica) ottimali per applicazioni in sistemi di accumulo al litio, che possono essere utilizzati in molti e diversi settori (industriale, automotive, domestico, ecc..)

Celle e sistemi customizzati
I materiali anodici e catodici selezionati e sviluppati nei punti precedenti vengono integrati poi in una cella completa di elettrolita (liquido e/o polimerico), specificatamente definita e progettata per il campo di applicazione a cui è destinata (ad alta energia specifica o, alternativamente, di alta potenza specifica; in scala da laboratorio per la verifica delle prestazioni in condizioni operative prossime a quelle dell’uso finale o su scala di produzione industriale).

Grazie a questa conoscenza approfondita dei processi, Soimar è in grado di progettare, gestire e coordinare tutto lo sviluppo e la realizzazione di:
– laboratori di ricerca
– impianti pilota
– stabilimenti di piccole, medie e grandi dimensioni
per la sintesi del materiale attivo fino alla produzione su larga scala di impianti customizzati attraverso le varie fasi di:

  • analisi di fattibilità
  • ingegneria di base e di dettaglio
  • definizione e acquisto macchinari di processo
  • realizzazione di tutti gli impianti di processo ed ausiliari
  • dry rooms: pareti, controsoffitti, pavimenti, impiantistica correlata
  • commissioning e start up
  • validazione

 

2017-05-29T16:34:43+00:00